Sbiancamento dentale, a casa o alla poltrona?

Lo sbiancamento dentale è uno dei trattamenti estetici più richiesti. Il sorriso è il nostro passepartout ed è molto importante nelle relazioni, nel lavoro e nel vivere quotidiano poter sfruttare senza nessun imbarazzo questo potentissimo strumento sociale.

I denti bianchi sono un simbolo di salute, benessere e bellezza e certamente una delle caratteristiche estetiche più desiderate.

Il fumo, l’assunzione di bevande come caffè, tè e cibi contenenti coloranti ma anche semplicemente il passare del tempo possono contribuire ad allontanare il colore dei nostri denti dal bianco originario.

Tutti abbiamo sperimentato per porre rimedio metodi fai da te o utilizzato tecniche tramandate dalle nonne come lo sfregamento con le foglie di salvia o con le bucce di limone o il dentifricio con il bicarbonato. Metodi che seppur naturali e considerati innocui possono nascondere però dei pericoli per via della loro acidità e del loro potere abrasivo.

Sempre e comunque prima di intraprendere un trattamento sbiancante è importante effettuare una visita dentistica in modo da accertarsi che non vi siano controindicazioni e per essere certi dello stato di salute della bocca.

Cos’è lo sbiancamento dentale?

Lo sbiancamento dentale interviene sull’alterazione del colore, sulle discromie . Le discromie possono distinguersi in superficiali o profonde. Le superficiali possono essere causate dall’eccessivo uso di tabacco o consumo di caffè; le profonde invece possono essere dovute all’assunzione di alcuni farmaci.

E’ bene avere a mente che non tutti i colori possono ritornare ad un bianco latte e non aspettarsi risultati miracolosi anche perchè non tutti abbiamo il colore dello smalto naturale bianco latte. In particolare alcune tonalità tendenti al grigio sono più difficili da trattare, più facili invece quelle tendenti al giallo o al marrone.

Non disperiamo! Alterazioni del colore non risolvibili tramite tecniche di sbiancamento possono trattate con più efficacia attraverso l’applicazione delle faccette estetiche.

Lo sbiancamento dentale può essere attuato sia su denti vitali che non vitali. Per questi ultimi viene impiegata una procedura più complessa e lunga.

Quante tipologie di sbiancamento dentale?

Ci sono diversi trattamenti di sbiancamento dentale, ma possiamo dividere le tipologie in due grandi famiglie:

lo sbiancamento meccanico (attraverso lo sfregamento);
lo sbiancamento chimico (attraverso sostanze decoloranti).

Entrambe possono essere eseguite in un studio dentistico per evitare spiacevoli sorprese.

  • Lo sbiancamento alla poltrona
  • Lo sbiancamento alla poltrona è lo sbiancamento dentale effettuato dal dentista attraverso l’utilizzo di agenti chimici sbiancanti spesso attivati mediante l’esposizione a sorgenti luminose, come il laser.

Il risultato dello sbiancamento dipende da due fattori: la concentrazione del principio attivo e il tempo di posa sui denti. Un trattamento professionale assicura un risultato più efficace e protegge dal rischio di effetti indesiderati come sensibilità termica eccessiva o irritazioni gengivali.

Si deve sottolineare che se in presenza di carie, tartaro o gengiviti è bene procedere alla cura di queste problematiche prima di effettuare un trattamento di sbiancamento dentale.

Inoltre, è importante che la pulizia dentale professionale preceda il trattamento dello sbiancamento dentale così da poter rimuovere tartaro, placca e pigmentazioni esterne.

Sbiancamento dentale a casa. Attenti al fai da te.

Ormai l’impiego di dentifrici abrasivi è molto comune, ma l’azione sbiancante di questi prodotti si limita alle macchie superficiali e purtroppo un uso troppo
frequente può essere dannoso per lo smalto dei denti.

Un altro prodotto molto utilizzato sono le strips sbiancanti acquistate in farmacia, anche questo trattamento è di poca riuscita poiché le striscette non aderendo perfettamente possono comportare uno sbiancamento limitato ad alcune zone dell’intera superficie.

Lo sbiancamento dentale domiciliare di maggiore efficacia è quello delle mascherine personalizzate. Un trattamento progettato e monitorato dal dentista.

Mascherine personalizzate

Il dentista può realizzare delle mascherine personalizzate in silicone morbido modellate per riprodurre l’esatta forma delle arcate dentarie.

All’interno delle mascherine viene inserita una quantità di sostanze smacchiante in gel, come il perossido di carbammide a basse concentrazioni.

Sarà lo stesso dentista a indicare il tempo necessario di applicazione che potrà andare dai 30 minuti fino ad 8 ore. Ripetendo l’applicazione per circa una settimana si avrà un risultato pari al bleaching alla poltrona.

Il trattamento ha una durata circa 5-6 anni, se nel corso di questo periodo si vengono effettuati dei richiami di breve durata.

Lo Studio Dentistico del Dottor Maggio ti aspetta per una consulenza sulla migliore strategia di sbiancamento dentale per le tue esigenze. Non esitare a contattarci!

Consulta l'esperto

Scrivi all'esperto

Un rapporto diretto con il paziente aiuta a chiarire dubbi e incertezze che talvolta possono insorgere nelle questioni di odontoiaria: la nostra equipe di professionisti è a vostra completa disposizione per offrirvi un consulto immediato!

Scrivi all'esperto

La prima visita

Prendi un appuntamento

Lo Studio Dentistico a Roma del Dott. Maggio dedica particolare attenzione alla prima visita per accogliere il paziente nel migliore dei modi e concordare un piano di intervento personale che soddisfi pienamente le sue aspettative.

Telefona allo:
+39 06 6789852
+39 06 6791036

Oppure scrivici

L'odontofobia

I professionisti dello Studio Dentistico Maggio affrontano l'odontofobia dei pazienti impostando sin dall’inizio un rapporto basato sulla fiducia, accompagnando il paziente in ogni parte durante tutto il suo percorso, dalle prime visite agli eventuali trattamenti. Tutti i trattamenti possono essere effettuati in regime di sedazione cosciente grazie alla consulenza dello specialista in anestesiologia all’interno del team dello Studio Dentistico Maggio. ...continua →